intro1 2

  • 1
  • 2
  • 3
Matteo Cressoni vince la "Hankook 24 hours" di Brno

Matteo Cressoni vince la "Hankook 24 hours" di Brno

Splendido risultato per Matteo Cressoni ed i compagni Palcr, Scarpaccio, Jakubik e Zsigo alla Hankook 24 Hours di Brno (Rep....

18-10-2016

Read more
Una mostra dedicata a Tazio Nuvolari a Praga

Una mostra dedicata a Tazio Nuvolari a Praga

Tazio Nuvolari è stato uno dei più grandi piloti nella storia dell’automobilismo mondiale e alla sua figura di sportivo dall’indiscusso...

03-06-2016

Read more
Nuovo curatore al Museo Nuvolari

Nuovo curatore al Museo Nuvolari

Lorenzo Montagner (Mantova, 1978) è stato nominato dal Consiglio di Amministrazione di Automobile Club Mantova nuovo Conservatore del Museo Tazio...

24-05-2016

Read more

AVVISO ESPLORATIVO PER L'INDIVIDUAZIONE DI UN NUOVO CONSERVATORE PER IL MUSEO TAZIO NUVOLARI

Il Presidente dell'Automobile Club Mantova in esecuzione della delibera del Consiglio Direttivo di AC Mantova, intende acquisire curricula vitae per...

05-04-2016

Read more
Un film sulla Mille Miglia

Un film sulla Mille Miglia

Arriva nelle sale il 15 ottobre il primo film dedicato alla grande corsa della "Mille Miglia". Una storia di passione...

13-10-2015

Read more
Al via "Sulle Strade di Nivola"

Al via "Sulle Strade di Nivola"

L’Associazione Mantovana Auto Moto Storiche TAZIO NUVOLARI con il patrocinio del Comune di Castel d’Ario dell’Automobile Club Mantova e del...

05-06-2015

Read more

Home

Una nuova auto al museo: Bugatti Type 37



Una nuova prestigiosa automobile si farà ammirare nei prossimi mesi dai visitatori del Museo Tazio Nuvolari. Si tratta di una bellissima Bugatti Type 37, che il Museo mantovano ha ottenuto in prestito da una collezione privata. La Type 37 fu costruita a partire dal 1926 per sostituire la Type 13, una piccola sportiva che proprio in quell’anno fu tolta di produzione. Realizzata partendo dal telaio e dal corpo vettura della Type 35 – la vettura di maggiore successo nella storia della casa di Molsheim, con un albo d’oro di oltre 1000 vittorie – la Type 37 utilizzò tuttavia un 4 cilindri aspirato da 1496 cm³ anziché l’8 cilindri 2 litri della “sorella” maggiore. Il motore, che si avvaleva di una distribuzione a 3 valvole per cilindro azionate (come sulla Type 35B) da un singolo albero a camme in testa, era in grado di erogare 60 CV di potenza massima. A fianco della Type 37 fu prodotta anche la Type 37A, versione che si differenziava dalla precedente per l’adozione del compressore volumetrico (grazie al quale la potenza massima saliva a 85 CV), delle ruote in lega leggera anziché a raggi e dei freni con tamburi di diametro maggiorato, da 270 a 330 mm. Tra il 1926 ed il 1930 furono prodotti 290 esemplari della Type 37 e 67 della 37A. Con un modello di questa vettura, il 29 maggio 1927, Tazio Nuvolari partecipò alla IV Coppa della Perugina classificandosi 7° assoluto e 3° nella classe 1500.

Una rotonda dedicata a Tazio Nuvolari


Una serie di rotonde intitolate a Enzo Ferrari e ai piloti che hanno reso grande la Scuderia, è quella che accoglie i viaggiatori sulla provinciale che collega Milano a Novara. Domenica 14 settembre è stata inaugurata quella in onore di Tazio Nuvolari. L'evento è stato organizzato dalla scuderia Ferrari Club San Martino di Bareggio con il patrocinio del comune di Magenta (MI), ed ha visto un nutrito gruppo di appassionati ritrovarsi e festeggiare con questa cerimonia il Mantovano Volante.

Al Gran Premio Nuvolari presentata la Audi TT Nuvolari Limited Edition



In occasione dell'edizione 2014 del Gran Premio Nuvolari, Audi celebra le proprie origini, restando vicino per il 17° anno consecutivo al Gran Premio Nuvolari in qualità di main sponsor, e scegliendo la classica di durata per auto storiche come vetrina d’eccezione per la Audi TT Nuvolari limited edition, una serie numerata della coupé sportiva. Con questa edizione speciale Audi ha voluto sottolineare il legame tra questi due nomi, legando l’immagine della vettura a Tazio Nuvolari, che è stato un protagonista indiscusso della storia del motorismo. Disponibile in cento esemplari, una per ogni vittoria raggiunta in carriera dal “Mantovano Volante” e per ogni giro veloce fatto registrare nelle competizioni in circuito, la Coupé sportiva di Audi simboleggia nella sua unicità la strabiliante capacità di Nuvolari di trasformare la sofisticata tecnologia delle vetture che ha guidato in un mezzo vincente, toccando l’apice a bordo delle Auto Union dei quattro anelli. La versione numerata, dotata di un motore 2.0 TDI da 184 cavalli, comprende, tra le altre cose, interni impreziositi dal simbolo della tartaruga porta fortuna di Nuvolari, un portachiavi personalizato, una collezione di foto storiche e il libro che racconta il legame tra Audi e Nuvolari.
Guarda la fotogallery




A Vesco-Guerini il Gran Premio Nuvolari 2014



Non c’è due senza tre per Andrea Vesco e Andrea Guerini. La coppia di gentlemen drivers si è aggiudicata per la terza volta consecutiva, la quarta in totale, il Gran Premio Nuvolari a bordo di una Fiat 508 S Balilla Sport del 1934. Sul podio anche l’equipaggio di Giovanni Moceri-Daniele Bonetti alla guida di una Fiat 1100/103 del 1954 e di Giuliano Cané-Lucia Galliani che hanno gareggiato su una Lancia Aprilia del 1938, arrivando al terzo posto. La coppia Vesco-Guerini è stata premiata da Federico Ferraro, Responsabile Service di Audi Italia, con una bellissima coppa messa a disposizione dal main partner, due cronografi Eberhard & Co. della collezione Tazio Nuvolari e un modellino di Auto Union Tipo D con cui Nuvolari trionfò al Gran Premio d’Italia nel ’38. I tre organizzatori: Luca Bergamaschi, Marco Marani e Claudio Rossi, come di consueto, hanno presentato la cerimonia di assegnazione dei premi, che si è svolta nel settecentesco Teatro Bibiena di Mantova. Al traguardo, oltre ai tre migliori equipaggi, sono state premiate, quali migliori scuderie, per l’edizione 2014, l’italiana “Loro Piana Classic” e la straniera “Gli Svizzeri“. Federica Bignetti e Luisa Ciatti, che gareggiavano con il numero 213, si sono aggiudicate la prestigiosa Coppa delle Dame a bordo di una Alfa Romeo Giulietta spider veloce del 1960.

Cookie Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Per saperne di piu'

Approvo